Automania.it

Mercedes-Benz - Auto Mercedes-Benz CLS 2011

Mercedes-Benz CLS 2011 coupè
Mercedes-Benz CLS 2011
       1   2   3   4   5   

Mercedes-Benz CLS 2011

26/08/2010
Mercedes-Benz La Mercedes CLS Model Year 2011 è la seconda generazione del modello di casa Mercedes-Benz. La prima serie fu lanciata nel 2004, la vettura è una coupè a 4 porte con l’anteriore che si inspira alla supercar sportiva Mercedes SLS AMG. La fanaleria sull’anteriore si distingue per i fari “Full LED”, ci sono bene 71 Led per una visuale più completa, inoltre anche gli abbaglianti utilizzano un sistema a LED ed è dotata di un sistema di luci notturne denominate “Nightview”. Sul posteriore sono presenti dei gruppi ottici a LED che si allungano anche sulle fiancate laterali, mentre le luci degli stop sono posizionate al centro sotto il cofano all’altezza delle 2 marmitte di scarico.

Per quanto riguarda le fiancate laterali sono caratterizzate da delle curve che accarezza ad arco le ruote anteriori e posteriori raccordate sulle portiere da delle linee definite “ropping line” tipiche dei modelli sportivi della casa tedesca Mercedes-Benz. Anche gli interni hanno subito dei cambiamenti: rivestimenti in pelle ed inserti in legno che esaltano i nuovi sistemi tecnologici presenti all’interni dell’abitacolo, come il display per sistema multimediale e il navigatore GPS. Le ruote sono caratterizzati da dei cerchi in lega a 5 razze.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, sono tutte ad iniezione diretta. Ci sono diverse novità come il motore V6 da 3.5 l ed il più potente motore V8 da 4.6 l. Il motore di punta il V8 AMG da 5.5 l con 544 CV di potenza che non sarà disponibile prima della primavera 2011. La vettura verrà ufficialmente presentata al salone dell’auto di Parigi ad ottobre 2010.



Case automobilistiche

Clicca sul brand della casa automobilistica per consultare schede auto e news:

Volkswagen Peugeot BMW Nissan Alfa Romeo Mercedes-Benz

© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010