Automania.it

Notizie

Incidente mortale al Giro d’Italia. Muore il corridore belga Weylandt


10/05/2011
di Melania Guarda Ceccoli

Era la terza tappa del 94esimo Giro, Reggio Emilia-Rapallo. Si è trasformata in tragedia con la morte del giovane ciclista

Incidente mortale al Giro d’Italia. Muore il corridore belga Weylandt
I grandi attori di teatro vorrebbero morire sul palco, il loro mondo. Wouter Weylandt, il giovane ciclista belga, è morto sul suo palco, il Giro d’Italia.

Chiamato all’ultimo per sostituire il compagno di squadra Daniele Bennati, infortunato, aveva lasciato la moglie Anne Sofie, incinta, a casa.

E’ bastato un attimo perché tutto finisse. Una tragedia a circa 70 km/h, alla ricerca disperata di recuperare il plotone lungo i tornanti del Passo del Bocco. Un momento di distrazione forse è bastato per togliere la vita al giovane ciclista della Leopard Trek. Un volo di circa 20 metri e il ragazzo sbatte violentemente il volto. Immagini raccapriccianti sono entrati nelle case degli italiani tutti seduti a guardare la diretta di uno degli eventi sportivi più seguiti.

Arrivano i primi soccorsi, ma per Wouter Weylandt non c’è più nulla da fare. Salgono così a quattro le vittime del Giro.

La tappa di oggi, che parte da Genova e che doveva essere dedicata all’Unità d’Italia, sarà invece dedicata alla memoria del giovane ciclista.
News Correlate

10^ Tappa del Giro d’Italia partenza da Scandiano 10^ Tappa del Giro d’Italia partenza da Scandiano
Per la prima volta nella storia parte da Scandiano. Brutto incidente a -53,6 km. Vince Cort Nilsen, terzo De Marchi

Dainese vince 11^ Tappa del Giro d´Italia Dainese vince 11^ Tappa del Giro d´Italia
Nella città del Tricolore si festeggia l´arrivo della caravona del Giro d´Italia

Giro d´Italia: Telepass indice un concorso Giro d´Italia: Telepass indice un concorso
Per gli appassionati Telepass mette in palio un esclusivo modello di bici

   [ Altre news correlate ]



© 2015 - 2021 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010