Automania.it

Notizie

Fiat, obiettivo: quinta al mondo nel 2011


01/11/2011
di Giovanni Iozzia

Sergio Marchionne conta di scalare due posizioni nella classifica delle vendite. Fusione con Chrysler non prima del 2014

Fiat, obiettivo: quinta al mondo nel 2011
[ Torino ] - «Quest'anno il gruppo Fiat-Chrysler venderà 4,2 milioni di auto, diventando così il quinto produttore mondiale». Lo ha dichiarato l’amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, pochi giorni fa al Convegno dell' Unione Industriali di Torino. L’obiettivo è quello di fare un salto in avanti di due posizioni e prendere il posto di Hyundai-Kia. Marchionne ha spiegato che questo risultato si è reso raggiungibile perché è cambiata la filosofia della casa torinese. «Abbiamo rischiato - ha spiegato Marchionne - e ci siamo rinforzati, senza chiuderci in noi stessi».

Le ambizioni, però, non si fermano qui. Il gruppo, infatti, punta di raggiungere entro il 2014 la cifra di quasi sostenendo anche i settori che in questo momento non vanno al meglio. Le vendite relative ai marchi Fiat e Alfa Romeo, non sono andate e non stanno andando bene. Anche nel settore dei veicoli commerciali c’è stato negli ultimi tempi un vistoso calo. Reggono invece i marchi di lusso come la Ferrari, che è salita del 17,7%, e la Maserati, che nello stesso anno ha avuto una crescita del 6%. E proprio per sfruttare questo comparto positivo la Maserati produrrà entro i prossimi due anni due berline a quattro porte e un suv, con l’obiettivo di passare dalle 5.675 vendite l' anno di oggi alle 55 o perfino 60mila entro la fine del 2013.

Le cose negli Stati Uniti procedono invece a gonfie vele. La Chrysler, infatti, ha ottenuto importanti risultati sul mercato americano. Nello scorso mese di ottobre, il migliore dal 2007, l’azienda di Detroit ha venduto 114.512 auto con un incremento del 27% mensile che portano ad un totale dei 10 mesi del 2011 ha realizzato 1.123.923 vendite pari a +23%. I modelli più venduti sono stati la Chrysler 200 (+566%), le Jeep Compass e Liberty (+44%), le Dodge Journey e Avenger(25%) e il Ram Pickup (+24%). Ma il mercato americano è un successo per l’intero gruppo che con le 32.852 auto vendute a ottobre ha ottenuto un +60%, pari a 290.821 nel 2011 e cioè + 10%. Grande successo per le 500: 1.965 vendute a ottobre per un totale di 15.826 dal lancio.

Per quanto riguarda la fusione tra Fiat e Chrysler è lo stesso Marchionne a dire che si farà ma non prima del 2014. «E’ solo una questione di tempo – dichiara – anche perché la questione deve essere valutata a fondo. Marchionne è preoccupato circa la tenuta del mercato europeo che continua a dare segnali negativi. «Appena un anno fa, gli Stati Uniti rappresentavano il 3,5% dei nostri ricavi – spiega -mentre oggi siamo al 47%. Tutto ciò a discapito del vecchio continente, che se prima era al 60% ora è sceso appena al 30 e stando alle statistiche, il 2012 pare possa essere il più difficile dei prossimi anni ma per fortuna ci saranno diversi nuovi modelli che ci aiuteranno a rimanere competitivi».

Uno dei modelli in questione potrebbe essere quello prodotto nello stabilimento Chrysler di Belvidere in Illinois della quale non si sa ancora nulla tranne che sarà presentato in anteprima al Salone di Detroit che si svolgerà dal 9 al 22 Gennaio 2012. Secondo gli accordi, la nascita di questa auto consentirà alla Fiat di assumere un ulteriore 5% della casa americana, portando così la sua quota di proprietà dall’attuale 53,5%, al 58%.
News Correlate

Fiat-Chrysler, operazione da 20 miliardi per l´acquisizione Fiat-Chrysler, operazione da 20 miliardi per l´acquisizione
Secondo il Wall Street Journal, Sergio Marchionne sarebbe pronto al controllo del 100% di Chrysler

Fiat, verso l´acquisizione di Chrysler Fiat, verso l´acquisizione di Chrysler
Dopo l´opzione sul 3 % delle quote di Veba dello scorso luglio, Fiat avanza un´ offerta per un ulteriore quota. Nel 2013 si arriverà al 65 % del capitale in mano Fiat

Chrysler cresce ancora Chrysler cresce ancora
Nel terzo trimestre del 2012 aumenta l’utile dell’80 per cento, dai 212 milioni di dollari del 2011 ai 381 di quest’anno. La soddisfazione di Sergio Marchionne

Chrysler presenta il futuro Chrysler presenta il futuro
Presentati al 2012 Dealer Announcement Show di Las Vegas ai 2.600 concessionari del gruppo i 66 nuovi modelli previsti per il futuro

   [ Altre news correlate ]



© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010