Automania.it

Notizie

Sinistri stradali, aumentano le truffe


14/04/2012
di Giovanni Iozzia

L´Isvap (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di interesse collettivo) ha diffuso in dati che riguardano l’Italia

Sinistri stradali, aumentano le truffe
L'Isvap (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di interesse collettivo) ha diffuso in dati in Italia che riguardano le truffe ai danni delle assicurazioni. Un fenomeno che in Italia è cresciuto molto negli ultimi tempi anche grazie ad una serie di organizzazioni criminali molto ben organizzate. Questi gruppi, infatti, erano e, purtroppo, sono in grado di falsificare perfettamente tutta la documentazione relativa a incidenti automobilisti in realtà mai avvenuti. I dati relativi al 2010 sono veramente inquietanti.

Queste operazioni disoneste sono costate alle assicurazioni italiane la bella cifra di oltre 26 milioni di euro pari a quasi 70 mila incidenti inesistenti. La Campania è la regione in cui sono avvenute più frodi, seguita da Puglia, Sicilia, Lazio, Lombardia e Calabria. dati che ovviamente si riferiscono a quel che è stato scoperto per il resto non è impossibile farne un esatta stima.

Oltre ad un forte danno economico per le assicurazioni, le truffe hanno una ricaduta diretta sugli automobilisti che pagano il premio assicurativo che di anno in anno, anche per questo motivo, lo vedono aumentare. Secondo le assicurazioni questa situazione porta a un aumento medio annuo di quasi il 6% mentre le associazioni dei consumatori parlano addirittura del 12%.

Le truffe, però, ed è questo uno degli aspetti più gravi, non sono messe in atto solo dalle associazioni criminali ma anche da singoli cittadini che per il resto nella vita quotidiana si sono sempre comportati in maniera ineccepibile. Sembra quasi che la truffa ai danni delle assicurazioni non sia un atto criminale, e quindi un reato, ma solo una buona occasione per rimediare un guadagno.

Le assicurazioni si sono attrezzate creando dei veri e propri uffici antitruffa che, lavorando in stretta collaborazione con le Forze dell'ordine, allo lo scopo di accertare e scoprire gli illeciti. Intanto le sanzioni sono state inasprite al punto che il truffatore, una volta scoperto e dimostrato, può anche subire una multa fino a 5.000 euro.

L’Isvap, inoltre, ha anche segnalato il rischio delle assicurazioni false. La maggior parte di queste azioni sono commesse anche ai danni dell'automobilista che crede di avere sottoscritto un contratto con una normale assicurazione. In realtà esistono delle compagnie fantasma che danno solo delle polizze false. Altro reato è quando si stipula un contratto con una assicurazione anche conosciuta ma il concessionario in realtà non inoltra la pratica fornendo una documentazione falsa, sempre all'insaputa del cliente. infine, tale tagliando falso, a volte è confezionato dallo stesso automobilista che mette in atto egli stesso la truffa.

Per evitare brutte sorprese, l’Isvap raccomanda sempre di verificare, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell’attività assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.isvap.it: degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia: (elenchi generali ed elenco specifico per la responsabilità civile auto) e dell'elenco degli avvisi relativi a casi di contraffazione o società non autorizzate.
News Correlate

Mercato auto: allarme truffe Mercato auto: allarme truffe
Un comunicato di Federauto invita gli automobilisti a porre la massima attenzione

Sicurezza stradale: calano i sinistri Sicurezza stradale: calano i sinistri
I dati indicano un decremento del 6% nel periodo compreso tra luglio e agosto

Prezzi assicurazioni: aumenti vertiginosi in Italia Prezzi assicurazioni: aumenti vertiginosi in Italia
Negli ultimi tredici anni, nel nostro Paese si sono registrati gli aumenti più alti della zona euro, soprattutto per quanto riguarda le assicurazioni e i servizi finanziari

   [ Altre news correlate ]



© 2015 - 2021 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010