Automania.it

BMW - Auto BMW Z4 2009

BMW Z4 2009 roadster
BMW Z4 2009
       1   2   3   

BMW Z4 2009

08/05/2009
BMW BMW Z4 2009 è la seconda generazione della roadster tedesca. Tante le novità adottate, a cominciare dalla scelta di sostituire il tettuccio in tela con un moderno hard top elettrico, in grado di trasformare l’auto da spider a coupé. Il design riprende le proporzioni tipiche della Z4, con qualche aggiornamento nelle linee, ora rese meno aggressive. Aumentate anche le dimensioni, con un conseguente miglioramento nell’abitabilità e nel comfort. Il nuovo modello offre una plancia più ricca e aggiornata nella strumentazione di bordo, dove si possono trovare tra le dotazioni: l’ultima evoluzione dell’iDrive con hard disk da 80 GB integrato, abbinata ad un maxi display LCD a scomparsa da 8,8 pollici. Il climatizzatore automatico dispone di programmi di ventilazione specifici come specifico è l’impianto audio con 14 altoparlanti e due subwoofer per un potenza complessiva di 650 watt.

Gli interni offrono poi rivestimenti in pelle con tecnologia Sun Reflective, in grado di ridurre fino a 20° C il riscaldamento dei sedili esposti alla luce solare. Le motorizzazioni disponibili saranno tre: sDrive23i da 204 CV con scatto da 0 a 100 km/h in 6,6 secondi e velocità massima di 242 km/h;, sDrive30i da 264 CV e 250 km/h la punta massima registrata; ed infine sDrive35i da 306 CV, in grado di raggiungere i 250 km/h. Tutti i motori sono abbinati ad un cambio manuale a 6 rapporti o in alternativa ad un automatico convenzionale. Per la BMW Z4 sDrive35i è inoltre disponibile il cambio a doppia frizione a 7 rapporti. Il pacchetto tecnologico comprende il sistema Efficient Dynamic, che riduce l'impatto ambientale e le sospensioni a controllo elettronico M Sport.



Case automobilistiche

Clicca sul brand della casa automobilistica per consultare schede auto e news:

Volkswagen Peugeot BMW Nissan Mercedes-Benz Chrysler

© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010