☰
Automania.it

Notizie

Passo in avanti per la nascita di FCA


03/08/2014
di Giovanni Iozzia

L’assemblea degli azionisti di Fiat S.p.A ha approvato il primo adempimento per la creazione di Fiat Chrysler Automobiles

Passo in avanti per la nascita di FCA
[ Torino, Piemonte, Italia ] - Fca, Fiat Chrysler Automobiles, è nata ufficialmente. Lo scorso venerdì 1 agosto, riuniti per l’ultima volta a Torino, i 1233 presenti all’assemblea degli azionisti di Fiat S.p.A hanno infatti approvato la «fusione transfrontaliera per incorporazione della Fiat nella sua controllata olandese interamente posseduta Fiat Investments».
Nel momento in cui avverrà il perfezionamento della fusione, il nuovo soggetto assumerà la denominazione di Fiat Chrysler Automobiles, Fca, e diverrà la società holding del Gruppo.Fca sarà così il settimo gruppo automobilistico del mondo.
La sede del Cda sarà adesso a Londra, a Torino rimarrà la sede principale per le attività europee e l'assemblea degli azionisti si riunirà ad Amsterdam.

L’Assemblea degli azionisti ha anche confermato nella carica di Amministratore Glenn Earle, nominato dal Consiglio di Amministrazione in il 15 giugno 2014 con decorrenza dal 23 giugno 2014 in sostituzione di Gian Maria Gros Pietro.
Durante l’assemblea straordinaria, Fiat ha inoltre comunicato che, al perfezionamento della fusione, il Consiglio di amministrazione di Fca sarà così composto: John Elkann, Sergio Marchionne, Andrea Agnelli, Tiberto Brandolini d'Adda, Glenn Earle, Valerie A. Mars, Ruth J. Simmons, Ronald L. Thompson, Patience Wheatcroft, Stephen M. Wolf ed Ermenegildo Zegna.

Al perfezionamento dell’operazione, tutti gli azionisti di Fiat riceveranno un’azione ordinaria Fca per ogni azione Fiat da loro posseduta nella data della fusione.

I possessori di azioni Fiat che non abbiano votato in favore della fusione potranno esercitare il diritto di recesso per un periodo di quindici giorni successivi all’iscrizione della delibera assembleare presso il Registro delle Imprese di Torino.
La comunicazione dell’iscrizione sarà pubblicata sul sito internet della Società, www.fiatspa.com. Nel caso he le condizioni sospensive si avverino e la fusione venga perfezionata, sarà riconosciuto agli azionisti recedenti l’ammontare di 7,727 euro per ogni azione Fiat su cui sia stato esercitato il diritto di recesso. Il diritto di recesso è condizionato al perfezionamento della fusione che, a sua volta, è subordinata al verificarsi di alcune condizioni sospensive previste dal progetto di fusione.
Segui Giovanni Iozzia su Google+
News Correlate

Chrysler: accordo raggiunto con il sindacato Uaw Chrysler: accordo raggiunto con il sindacato Uaw
Marchionne e il sindacato United Auto Workers firmano un preaccordo, ma in Italia scoppia la polemica

Chrysler Group: ulteriore proroga per decidere sul nuovo contratto quadriennale Chrysler Group: ulteriore proroga per decidere sul nuovo contratto quadriennale
Le trattative sul rinnovo del contratto di lavoro in corso tra il sindacato United Auto Workers e Chrysler Group proseguiranno fino al 19 ottobre

Fiat: nasce la rete globale sindacale Fiat-Chrysler Fiat: nasce la rete globale sindacale Fiat-Chrysler
Nasce a Torino la prima rete sindacale globale. Prima iniziativa: una lettera a Sergio Marchionne

Siglato l’accordo Fiat-Chrysler Siglato l’accordo Fiat-Chrysler
Le utilitarie italiane sbarcano negli Stati Uniti

   [ Altre news correlate ]



© 2016 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010