☰
Automania.it

Notizie

Stellantis: sfida al mercato


04/01/2021
di Grazia Dragone

Nasce il quarto colosso dell´automotive

Stellantis: sfida al mercato
Dopo mesi di intense trattative, nasce Stellantis, ambizioso progetto di fusione tra due grandi nomi dell’automotive: PSA e FCA, che uniscono strategie e know-how per dare vita a quello che si configura come il quarto costruttore automobilistico sulla scena mondiale.

Proprio per lunedì 4 gennaio è prevista la convocazione delle assemblee straordinarie degli azionisti per deliberare sulla fusione paritetica, in modalità streaming a causa della pandemia in corso.
Dopo le assemblee il passo successivo è la quotazione di Stellantis alle Borse di Parigi, Milano e New York. La sede della nuova società è in Olanda, John Elkann ne sarà il presidente, mentre Carlos Tavares, CEO di PSA, ricoprirà la carica di amministratore delegato.

In Stellantis confluisce il patrimonio delle due società fondatrici e la forza dei 14 marchi automobilistici che rientrano nel nuovo gruppo. Il nome Stellantis, con chiaro riferimento alle stelle, rappresenta, come il logo, l’ottimismo, l’energia e lo spirito di rinnovamento di un’azienda che aspira ad essere un riferimento nella mobilità sostenibile.

Il nuovo colosso del mercato auto porta in dote un patrimonio costituito da 400.000 dipendenti, 180 miliardi di fatturato e oltre 8,7 milioni di vetture immatricolate.

Nella prima versione dell’accordo era prevista una divisione tra le cedole garantite ai soci FCA e quelle degli azionisti PSA. La nuova intesa prevede un dividendo di 2,9 miliardi per FCA, a cui si somma una distribuzione di carta Faurecia di 1,349 miliardi, equivalente al 23%. Nelle prossime settimane si procederà alla distribuzione dei dividendi.

Verrà preparato un piano industriale, dove saranno presentati i modelli che entreranno in produzione, le piattaforme utilizzate e gli stabilimenti dove saranno realizzati.

La fusione tra FCA e PSA non determinerà alcun effetto sull’occupazione. Exor è il primo azionista di Stellantis, con il 14,4%, Peugeot avrà il 7,2%, lo Stato francese il 6,2% e Dongfeng il 5,6%. E’ previsto, inoltre, l'ingresso nel board di rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori.
News Correlate

Nel 2020 elettriche e ibride per superare la crisi Nel 2020 elettriche e ibride per superare la crisi
Nel 2019 il mercato europeo dell’auto si è contraddistinto per una sostanziale stagnazione

Fusione Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot-Citroen: cosa prevede l´accordo? Fusione Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot-Citroen: cosa prevede l´accordo?
La nuova società con sede in Olanda sarà il quarto costruttore automobilistico al mondo per volumi di vendita

Fca e Psa verso la fusione Fca e Psa verso la fusione
Nasce la quarta realtà mondiale per numero di auto prodotte

Fca e Renault verso la fusione Fca e Renault verso la fusione
La nuova società diventerebbe uno dei maggiori leader mondiali nel settore automobilistico

   [ Altre news correlate ]



© 2015 - 2021 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010