Automania.it

Peugeot - Auto Peugeot 4007 2.2 HDI DCS

Peugeot 4007 2.2 HDI DCS suv
Peugeot 4007 2.2 HDI DCS
       1   2   3   4   

Peugeot 4007 2.2 HDI DCS

14/02/2010
Peugeot Aggiornamento meccanico per il SUV Peugeot 4007 2.2 HDI DCS che ora adotta il dispositivo Dual Clutch System (DCS), un cambio semi-automatico a doppia frizione. Il DCS 6 marce è abbinato al motore 2.2 HDi FAP da 156 CV di potenza e garantisce maggiore efficienza, con minori perdite di potenza, maggiore velocità di cambiata e consumi diminuiti. Il Dual Clutch System sfrutta due frizioni, una collegata alle marce dispari e una a quelle pari, gestite da una elaborata elettronica che anticipa la cambiata e mantiene in trazione una delle frizioni. L'utilità del DCS offre una migliore guida in discesa, dove l'elettronica permette la quantità ideale di freno motore. Anche le partenze in salita sono gestite in maniera ottimale. È disponibile sia la modalità automatica (Drive e Sport), sia quella sequenziale, con la leva centrale o con i bilancieri dietro al volante.

La nuova versione aggiunge, oltre al DCS, i tergicristalli ad azionamento automatico, navigatore con telecamera di retromarcia ed interni con rivestimenti esclusivi. La Peugeot 4007 2.2 HDI DCS propone prestazioni invariate rispetto alla versione con cambio manuale: consumo combinato di 7,3 l/100 km contro i 7,0 l/100 km del cambio meccanico. La velocità massima del modello con cambio doppia frizione è di 198 km/h (200 km/h la manuale), con uno scatto da 0 a 100 km/h di 11,1 secondi. Esteticamente la vettura propone un nuovo terminale di scarico sdoppiato con finitura cromata. Nuovi i rivestimenti interni con cuciture a vista sulla parte superiore della strumentazione e delle portiere. Lo schermo multifunzione utilizza una grafica LCD a colori.



Case automobilistiche

Clicca sul brand della casa automobilistica per consultare schede auto e news:

Volkswagen Peugeot BMW Nissan Mercedes-Benz Chrysler

© 2016 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010