Automania.it

Notizie

Auto a gas, futuro della Green economy


17/12/2014
di Giovanni Iozzia

Lo afferma la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile nel rapporto realizzato in collaborazione con Assogasliquidi Federchimica e il Consorzio Ecogas

Auto a gas, futuro della Green economy
[ Roma, Lazio, Italia ] - La mobilità sostenibile è uno dei cardini della green economy. Lo afferma la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile nel suo rapporto Green economy e veicoli stradali: una via italiana realizzato in collaborazione con Assogasliquidi Federchimica e il Consorzio Ecogas.

La tecnologia made in Italy per quel che riguarda le auto a gas od a metano, costituisce uno dei possibili volani di sviluppo in direzione della green economy con importanti ricadute economiche e occupazionali che si quantificano tra 22.700 e 66.000 posti di lavoro in più nel 2030.
Per di più, potrebbero fungere da apripista ad una importante, successiva diffusione delle auto elettriche.

Secondo il rapporto sono proprio i numeri a dimostrare le potenzialità del settore. In questi anni di crisi economica le normali auto hanno conosciuto un fortissimo calo delle immatricolazioni; invece le auto a gas hanno continuato a crescere triplicando le immatricolazioni (passate dal 5,55% al 13%) nel biennio 2011/2012. Con una quota di mercato del 14,1% così suddivisa: 8,9% Gpl e 5,2% metano.

In questo settore l’Italia è prima in Europa con il 76,8% delle auto a metano e il 26% di quello a Gpl.
Nel nostro Paese, inoltre, c’è anche c’è una piccola e grande industria dell’ auto a gas che va dalla produzione di impianti per la conversione a Gpl e metano, con una rete di trasformazione e assistenza di più di 6.000 officine, al rifornimento stradale (più di 3000 distributori di GPL e 1000 di metano).

«Le auto a gas –ha dichiarato Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile -sono una delle tecnologie ponte a basso impatto ambientale che può contribuire a ridurre l’inquinamento dell’aria nelle città, ma non solo, può far bene all’ occupazione e all’ economia. In Italia c’è una filiera di imprese che ci rende leader nel mondo e che può crescere. Un caso esemplare di green economy dove miglioramenti ambientali producono vantaggi economici e occupazionali».

Nella ricerca sono state esaminate tutte le ricadute ambientali ed economiche dello sviluppo del settore ricostruendo uno scenario di grande diffusione delle auto a gas in Italia da oggi al 2030. Per quell’anno si avrebbero oltre 3,5 milioni di tonnellate CO2, 67 tonnellate di particolato e 21 mila tonnellate di ossidi di azoto in meno rispetto ad una situazione che dovesse rimanere immutata.

News Correlate

Bologna è la città più eco-mobile Bologna è la città più eco-mobile
Il Rapporto sulla Mobilità sostenibile elaborato da Euromobility ha analizzato i dati riguardanti le 50 maggiori città italiane. Sempre più ampio il divario tra Nord e Sud

Motecheco: anteprima italiana per la BMW ActiveHybrid X6 Motecheco: anteprima italiana per la BMW ActiveHybrid X6
L´auto con propulsore ibrido è esposta alla Nuova Fiera di Roma

Fiera di Roma: anteprima italiana della concept Mercedes BlueZERO E-CELL Fiera di Roma: anteprima italiana della concept Mercedes BlueZERO E-CELL
La presentazione nell´ambito della terza edizione di Mochtechco, evento dedicato alla mobilità sostenibile

Green economy contro la crisi Green economy contro la crisi
Al convegno organizzato da Motecheco le case automobilistiche si sono confrontate sul futuro ecologico dell´automobile

   [ Altre news correlate ]



© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010