Automania.it

Notizie

1 - Trasporto pubblico per disabili: inferno o purgatorio?

06/10/2015
di Maura De Sanctis

A causa delle considerevoli differenze tra i modelli di Welfare regionali, i diritti delle persone disabili stanno diventando sempre più un problema locale

Scheda 1 di 7

Trasporto pubblico per disabili: inferno o purgatorio?

Zoom Zoom immagine


Secondo un indagine Istat condotta nel 2013 sono circa 13 milioni le persone dai 15 anni in su ad avere limitazioni funzionali, invalidità o cronicità gravi. Una cifra elevata per un paese che risulta ancora indietro nel settore della mobilità per persone con disabilità. La percentuale di persone con limitazioni funzionali, invalidità o cronicità gravi che hanno difficoltà ad utilizzare i mezzi pubblici è ancora elevata, si parla di circa il 19,7%. Eppure sappiamo bene quanto l'interazione tra condizioni di salute e fattori ambientali sia importante per favorire l'inclusione sociale dei diversamente abili.

Seppure negli ultimi anni si è molto dibattuto sul tema della mobilità delle persone disabili è pur vero che a livello nazionale si è fatto ben poco. Il problema dei trasporti pubblici è stato demandato alle regioni e ciò ha inevitabilmente creato frazionamenti che hanno di fatto portato a notevoli differenze territoriali. A farne le spese sono appunto i cittadini disabili costretti il più delle volte ad attraversare l’inferno prima di raggiungere il purgatorio nella speranza della salvezza. E allora è bene ricordare che l’accesso ai trasporti pubblici è un diritto di tutti i cittadini e che è dovere di chi fornisce questo servizio garantirlo e rimuovere qualsiasi impedimento che possa ostacolarlo.
Vediamo punto per punto cosa dobbiamo sapere...
"Scheda successiva 2"
"Ma quali le maggiori difficoltà?" Ma quali le maggiori difficoltà?
News Correlate

Non ci vedo: quali i miei diritti in auto? Non ci vedo: quali i miei diritti in auto?
La normativa spiega come usufruire al meglio delle agevolazioni fiscali quando si acquista un auto

Aperte le frontiere per i disabili con l´Euro contrassegno Aperte le frontiere per i disabili con l´Euro contrassegno
Dal 15 settembre 2015 diventa obbligatorio esporlo nella propria auto

Agevolazioni auto disabili: linee guida Agevolazioni auto disabili: linee guida
Se si vende l´auto prima di due anni dall´acquisto si deve pagare la differenza d´imposta

A Catania il primo Centro di Mobilità Fiat Autonomy della Sicilia A Catania il primo Centro di Mobilità Fiat Autonomy della Sicilia
La struttura accompagnerà persone con disabilità al conseguimento dell’idoneità fisica per ottenere più agevolmente la patente speciale di guida

   [ Altre news correlate ]



© 2016 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010