Automania.it

Notizie

E arrivò il SUV a due ruote


20/11/2016
di Gianluca Maxia

Honda ha deciso di presentare quello che ha definito il primo SUV a due ruote: un incrocio tra scooter maxi e moto con sospensioni lunghe e ruote tassellate

E arrivò il SUV a due ruote
[ Milano ] -

Speciale Eicma 2016

Neanche le due ruote si sono salvate dal fenomeno di contaminazione tra generi diversi; e la Honda, da vero leader di mercato, ha deciso di proporre l’incrocio più ardito. Lo ha chiamato Honda X-ADV e rappresenta l’incrocio tra un maxi scooter e una moto da enduro, con tanto di cerchi a raggi e ruote tassellate. Il cambio è 6 marce a doppia frizione e la seduta è da scooter, ma c’è la possibilità di montare due pedivelle tra le pedane del passeggero e quelle del pilota, per poter guidare il mezzo in piedi, proprio come richiesto in off road.

L’X-ADV non è stato partorito da un gruppo di ingegneri giapponesi sovversivi, ma da un team Honda italiano, in Italia, e proposto alla casa madre che ha subito espresso interesse e ne ha voluto subito avviare i test e, rapidamente per gli standard giapponesi, avviare anche la produzione. A spingere il nuovo Honda X-ADV troviamo il bicilindrico già conosciuto con la serie NC con omologazione ovviamente Euro4. 745cc in grado di erogare 55 cavalli a 6250 giri/min ed una coppia di 68 Nm a 4750 giri/min; di fatto questo è un propulsore studiato appositamente per sfruttare al meglio l'utilizzo di questo mezzo diverso dal solito, che predilige coppia e rotondità di funzionamento, piuttosto che il grido di unn motore che si spinge a regimi di rotazione altissimi.

La trasmissione è il capolavoro a doppia frizione made in Honda, chiamato cambio DCT. Su questo mezzo sono state create delle mappe di gestione potenza e cambiata specifiche: D, S1-2-3 e con comando a manubrio. Il manubrio è largo e in grado di garantire un ottimo controllo del mezzo. Il look del manubrio è davvero da enduro e moderno. Molto moderno, e apparentemente davvero funzionale, anche il cupolino regolabile in 5 posizioni, che promette protezione aereodinamica in tutti i precorsi: dalla città ai lunghi viaggi autostradali.

Ad impreziosire lo stile ecco i fari full-LED, la strumentazione LCD verticale per una miglior visione tipicamente rally, e l’accensione con smart-key. L ciclistica appare imponente e robusta, con all’anteriore una forcella rovesciata da 41 mm con 153mm di escursione, e un mono prolink dietro da 150mm. Anche la frenata è da vera moto: sulla ruota dvanti agiscono due pinze radiali a 4 pistoncini che stringono due dischi flottanti da 310 mm, l'ABS vigila su tanta potenza ma da vera off road può essere escluso al posteriore. Il peso arriva a 239 kg, con un serbatoio da 13 litri, che accoppiati a 55 cavalli non fanno certo gridare al miracolo. Ma come molte recenti creazioni Honda, è necessario provare con mano la moto perché i semplici e freddi numeri con colgono la sensazione di completezza che spesso le Honda sanno regalare. Arriverà nei concessionari a febbraio 2017 e le prime vendite alla fine dell stesso mese. Il prezzo molto difficilmente sarà sotto i 10 mila euro.
News Correlate

Grande successo per Eicma 2017 Grande successo per Eicma 2017
Ha chiuso i battenti la 75ma Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo, che si è tenuta a Milano dal 7 al 12 novembre

Una vera novità: Husqvarna Vitpilen 401 Una vera novità: Husqvarna Vitpilen 401
Unica, compatta, leggera, potente, speciale, davvero fuori dagli schemi, in una parola: irresistibile

Ducati: la Superleggera Ducati: la Superleggera
Ducati ha presentato quella che può essere definita la moto stradale più estrema attualmente in commercio

Eicma 2016, appuntamento imperdibile Eicma 2016, appuntamento imperdibile
Novità, sorprese, tendenze, l’Esposizione internazionale ciclo e motociclo è il centro del mondo a due ruote

   [ Altre news correlate ]



© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010