Automania.it

Notizie

Come sarà la race car del futuro? Eccola


04/08/2014
di Domenico Scalera

La macchina da corsa del futuro disegnata da Sergio Rinland, con motori elettrici e tanto altro

Come sarà la race car del futuro? Eccola
[ Assago, Milano ] - Un progetto nato dagli appassionati delle corse di tutta Europa, ha dato vita a un design “collaborativo” su Facebook. Il noto social network ha raccolto le idee di esperti tramite il concorso “Dunlop Future Race Car Challenge”. Tutti i suggerimenti giunti sono stati esaminati e rielaborati da Sergio Rinland, famoso progettista di monoposto da Gran Premio e di vetture della 24 Ore di Le Mans. Le migliori proposte hanno costituito la base per la realizzazione della macchina da corsa del futuro, con motore elettrico, navigazione tramite telecamera, con l’aspetto che si modifica per migliorare l’aerodinamica, un sistema di recupero dell’energia in frenata e pneumatici intelligenti.

Il vicolo futuristico è stato progettato con quattro motori elettrici, presenti inizialmente a bordo della monoposto e alimentati da una batteria a combustibile a idrogeno e una batteria aggiuntiva agli IoLi come riserva di potenza. In futuro i circuiti potranno avere un’infrastruttura di ricarica a induzione, che consentirà alle vetture di correre senza dover trasportare energia a bordo, aumentando l’efficienza e alleggerendo l’auto.

Per quanto riguarda l’aerodinamica, il veicolo utilizzerà dei sistemi adattativi, in altre parole la monoposto potrà assumere forme diverse, tramite materiali piezoelettrici presenti all’interno dei materiali laminati compositi. La carrozzeria adattativa consentirà di ridurre la resistenza aerodinamica sui rettilinei, aumentare la deportanza in curva e controllare i sistemi di raffreddamento durante la corsa. Sarà anche dotata di nano particelle presenti nei materiali compositi che consentiranno una maggiore resistenza e sicurezza oltre a conferire una maggiore leggerezza al veicolo. Il tutto sarà controllato da telecamere e piccoli display presenti nell’abitacolo che offriranno al pilota una visione a 360°, che consentirà l’eliminazione degli specchietti retrovisori.

I pneumatici saranno dotati di sensori interni che invieranno le informazioni al computer di bordo, che sarà in grado di adattare le sospensioni a secondo del tipo di asfalto, l’erogazione della potenza e il sistema di frenata, in modo da sfruttare al meglio le gomme. Anche i pneumatici, studiati appositamente da Dunlop, utilizzeranno dei sistemi intelligenti in grado di controllare la temperatura, la pressione, e sarà anche possibile cambiare la loro forma. Tutto questo servirà a, ridurre l’attrito durante il rotolamento, migliorare le prestazioni aerodinamiche sui rettilinei e aumentare la zona di contatto in curva e in frenata. Le gomme saranno in grado di adattarsi alla pista sia sull’asciutto e sia sul bagnato, evitando di fare i pit stop durante la corsa.

Il sistema di frenata, non utilizzerà freni a disco tradizionale, ma sarà in grado di recuperare l’energia in frenata al 100% che sarà immagazzinata in super-condensatori o nei volani e potrà essere utilizzata durante la corsa quando servono picchi di potenza.
Che dire, una race car progettata con buoni propositi, chissà se riusciremo a vederla in pista.
News Correlate

Auto, grandi manovre per il 2020 Auto, grandi manovre per il 2020
Il mercato rallenta e si ferma: si punta al settore elettrico per tentare una ripresa nel prossimo anno

Auto, si lavora per il 2019 Auto, si lavora per il 2019
Il mercato è ormai stabilmente in ripresa: adesso si punta al settore elettrico e si sperimenta la guida autonoma

L’auto del futuro? Ibrida o elettrica L’auto del futuro? Ibrida o elettrica
Le intenzioni di acquisto si orientano verso veicoli green, ma solo con incentivi e aiuti governativi

Cosa aspettarsi dalle auto di domani Cosa aspettarsi dalle auto di domani
Come sarà l´auto del futuro, forse a trazione elettrica e tecnologicamente avanzata? Ecco alcune anticipazioni

   [ Altre news correlate ]



© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010