☰
Automania.it

Notizie

Milano Taranto, il picere di viaggiare sulle due ruote


08/07/2016
di Domenico Scalera

La carovana dei motociclisti raggiunge Bari nella penultima tappa

Milano Taranto, il picere di viaggiare sulle due ruote
[ Acquaviva delle Fonti, Bari, Puglia ] - La 30^ edizione della Milano Taranto, rievocazione storica di moto d’epoca, paragonata per certi versi alle Mille Miglia delle due Ruote, è partita da Milano il 3 Luglio percorrendo in lungo ed in largo tutta la penisola fino ad approdare oggi in Puglia. Questa mitica gara nasce nel lontano 1937, come prolungamento della corsa motociclistica Milano-Roma-Napoli, per volontà del tarantino Mario De Introna.

Oggi si è corsa la 5^ tappa della gara di regolarità partita da Caserta nella prima mattinata alle ore 8:00. La carovana ha poi raggiunto la cittadina di Venticano (AV) per la prima sosta e successivamente ha toccato la Basilicata per fermassi a Rionero in Volture (PT). Il tragitto è poi continuato verso la Puglia dove i motociclisti si sono dapprima fermati a Gravina in Puglia e dopo ad Acquaviva delle Fonti, rinomata cittadina pugliese conosciuta a livello nazionale ed internazionale per la cipolla rossa cui sarà dedicata la festa del 16 e 17 luglio prossimo organizzata dalla Pro Loco. In serata la carovana con oltre 200 partecipanti iscritti, ha raggiunto Bari per la sosta.

L’incontro con i protagonisti della corsa è stato molto suggestivo. Le moto d’epoca più interessanti e spettacolari sono state le Sidecar con piloti e passeggeri provenienti anche dall’Olanda. Molte le categorie in gara e l’arrivo era previsto alla spicciolata per gruppi di appartenenza, a cominciare dalla Classe 75 cc, la Classe 100 CC, il folto numero della Classe Scooter dove c’era un bel gruppo proveniente dalla Gran Bretagna fino alla Classe 125cc. Peccato però per l’assenza di Vaccarelli Cosimo, il più anziano del gruppo con i sui 87 Anni. Il pilota che ha partecipato alla 1^ edizione del 1953 ha dato forfait due giorni prima della partenza per motivi personali. Altre categorie di moto sono la Classe 175 cc, la 250 cc e la Classe 350 cc ed a chiudere il fiorito gruppo della Classe 500 CC e oltre. Tra le cose interessanti c’è da dire che il folto gruppo dei partecipanti proviene da tutto il mondo, oltre agli italiani, ci sono tedeschi, svizzeri, austriaci, ma anche uno statunitense, due canadesi e un cinese.

Automania ha seguito l’arrivo e la ripartenza della lunga carovana della Milano Taranto ad Acquaviva delle Fonti. Il Motoclub i Mascheroni ha curato l’accoglienza a partire da via Cassano, lungo tutta l’estramurale Pozzo Zuccaro, per poi entrare nel ristrutturato centro storico di Acquaviva attraverso il suggestivo arco d’ingresso a piazza Kennedy prima di raggiungere Piazza Vittorio Emanuele. Ricordiamo che la cittadina pugliese lo scorso anno si è aggiudicato il premio come migliore degustazione. Anche quest’anno la Pro Loco locale, ha coinvolto attività locali per cercare di mantenere il primato. Domani è prevista l’ultima tappa della Milano Taranto dove verrà eletto il vincitore finale della competizione dopo sei affascinanti soste alla scoperta del nostro bel paese.
News Correlate

La cipolla rossa vince alla Milano Taranto La cipolla rossa vince alla Milano Taranto
Nella classifica dei ristori vince ancora una volta Acquaviva delle Fonti, nella 30^ Rievozione storica delle moto d’epoca MiTa 2016

Milano Taranto 2016, ecco i vincitori Milano Taranto 2016, ecco i vincitori
La mitica corsa che attraversa tutta l’italia, ha visto tutti vincitori

Milano Taranto 2015 - Classifiche finali e vincitori Milano Taranto 2015 - Classifiche finali e vincitori
Si è conclusa a Taranto la grande festa con la bandiera a scacchi. Per le Sidecar vince la moto Guzzi Le Mans 850cc

5^ tappa della gara motociclistica storica Milano-Taranto 5^ tappa della gara motociclistica storica Milano-Taranto
Giunta alla sua 29^ Edizione, la rievocazione storica attraversa la terra della Cipolla Rossa

   [ Altre news correlate ]



© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010