Automania.it

Notizie

Marchionne, top manager dalla reputazione più alta


25/02/2018
di Giovanni Iozzia

Reputation Manager ogni mese monitora la reputazione online delle figure di vertici delle maggiori aziende italiane

Marchionne, top manager dalla reputazione più alta
[ Milan, Lombardia, Italia ] - Sergio Marchionne è il Top Manager italiano con la migliore reputazione. Lo afferma Reputation Manager, la società leader nell'analisi della reputazione dei brand e delle figure di rilievo pubblico nei canali on line e social media, stilando la classifica del mese di febbraio.

L’amministratore delegato di FCA ottiene il punteggio più alto di sempre 78,8 su 100. Al secondo posto, con 71,4, c’è Urbano Cairo, editore, ma anche in virtù del suolo ruolo di presidente del Torino Calcio. Al terzo posto si piazza Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale di Enel, in particolare per il grande lavoro portato avanti in tema di sostenibilità ambientale.

Trovano posto nella top ten, dal settimo al decimo posto: Diego Della Valle (Tod's), Claudio Descalzi (Eni), John Elkann (Fca), Memo Ruffini (Moncler), Philippe Donnet (Assicurazioni Generali), Carlo Messina (Intesa Sanpaolo) e Flavio Cattaneo (Ntv).

Tra quelli che scalano più posizioni, Carlo Messina della Banca Intesa Sanpaolo balza in avanti di ben sei, soprattutto per contenuti legati all’accordo con i sindacati che vede da un lato l’uscita volontaria di 9.000 dipendenti dopo l’acquisizione di rami di attività delle Banche Venete e dall’altra un piano rivolto ai giovani finalizzato all’assunzione di 1.500 dipendenti.
Ennio Doris avanza di sette posti, raggiungendo il 13°, e il figlio Massimo di 13, piazzandosi al 50°, grazie allo spot lanciato per presentare l’evoluzione del servizio Apple Pay di Banca Mediolanum, oltre al record assoluto di raccolta netta in fondi e gestione raggiunta dal gruppo (pari a 5,8 miliardi di euro. Andrea Bonomi, presidente di Investindustrial, guadagna 17 posti e arriva al 17°.

Al 20° posto c'è la prima donna: Patrizia Grieco di Enel. In classifica sono presenti altre otto donne: Emma Marcegaglia (Eni) al 23°, Catia Bastioli (Terna) al 30°, Marina Berlusconi (Fininvest) al 32°, Gioia Ghezzi (Ferrovie dello Stato) al 33°, Miuccia Prada (Prada) al 36°, Bianca Maria Farina (Poste Italiane) al 56°, Stefania Bariatti (Mps) al 70°, Gabriella Chersicla (Parmalat) al 92°.

Segnaliamo, infine, i nomi più conosciuti: all'11° posto Leonardo Del Vecchio, al 16° Alessandro Benetton, al 25° Marco Tronchetti Provera, al 42° Luca Cordero di Montezemolo, al 49° Alessandro Profumo, all'81° Rodolfo De Benedetti, all'85° Piersilvio Berlusconi, al 94° Gaetano Caltagirone, al 97° Guido Barilla.
News Correlate

Peggiorano le condizioni di salute di Marchionne Peggiorano le condizioni di salute di Marchionne
Fca considera la situazione irreversibile e nomina Michael Manley nuovo amministratore delegato del Gruppo

Marchionne rilancia Termoli Marchionne rilancia Termoli
Lo stabilimento molisano produrrà due nuovi motori Alfa Romeo. Previsto oltre mezzo miliardo di euro di investimento. Azzerata la cassa integrazione e presto nuove assunzioni

Sciopero nello stabilimento Maserati: critico Marchionne Sciopero nello stabilimento Maserati: critico Marchionne
Fiat non condivide lo sciopero Fiom di lunedì scorso. Polemiche anche per il blocco degli straordinari proclamato dai sindacati negli altri stabilimenti

Sergio Marchionne: “In Italia impossibile fare impresa” Sergio Marchionne: “In Italia impossibile fare impresa”
Le dichiarazioni dell´a.d. Fiat nella tradizionale conference call con gli analisti. Investimenti in Italia a rischio?

   [ Altre news correlate ]



© 2018 Automania® è un marchio registrato - Testata Giornalistica on line iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale Bari n. 405/2010